Il periodo ideale per visitare il Mercato Centrale

07 Gen 20

Per una città come Firenze, volta all’arte e alla bellezza, non si è portati a pensare alla quotidianità del cittadino residente ma, come ogni grande città, anche il capoluogo fiorentino offre luoghi interessanti da visitare pure nelle fredde giornate invernali. Uno di questi è sicuramente il Mercato centrale.
Costruito nella seconda metà del 1800, quando Firenze si fregiava del titolo di capitale d’Italia, è frutto della rivisitazione del centro cittadino a seguito dell’aumento della popolazione di quel periodo.
Situato nella piazza divenuta poi omonima, per costruirlo venne liberato e raso al suolo l’intero isolato dove è situato. Nel farlo, a differenza di altre situazioni, non ci furono polemiche, dato che la zona era costituita da case popolari e malridotte e quindi il nuovo mercato portò un evidente surplus alla città.
Costruito da Giuseppe Mengoni, archistar del periodo già autore della Galleria Vittorio Emanuele a Milano, il mercato è visibilmente ispirato alle Halles parigine, riuscendo a far sposare i materiali più moderni del periodo (ferro, vetro, ghisa) con lo stile del quartiere pre-esistente.
Inaugurato nel 1874, il mercato si rivela un edificio dagli interni enormi e luminosi grazie ai finestroni di cui è dotato e una diligente divisione degli spazi dedicati ai vari negozi, con particolare attenzione al reparto ortofrutticolo che, inizialmente situato nello spazio antistante esterno, è stato trasferito all’interno e dotato, negli anni ’70 nel ventesimo secolo, di ampie celle frigorifere.
Sempre nello stesso periodo furono costruiti ampi parcheggi interrati che resero il Mercato una delle infrastrutture più moderne della città.
Dopo una leggera crisi ad inizio di questo secolo, dovuta allo spopolamento del centro storico, ora l’edificio è stato preso in cura da Enzo Ceni e si è rimodernato con l’apertura di vari ristoranti e attività alla moda, come Tosca, il ristorante del pugliese Peppe Zullo, chef rinomato protagonista dell’EXPO di Milano, e Eataly, noto franchising presente in Italia e all’estero, ma anche ristoranti etnici, cucine regionali, pizzerie e birrerie all’ultimo grido.
Ma il cuore del mercato rimane la presenza degli artigiani migliori del settore, vere e proprie star nei loro campi che infondono le loro conoscenze e il loro amore per offrire un servizio perfetto!
Ogni giorno, poi, vengono organizzati eventi sempre nuovi e interessanti e che rendono ogni visita unica e inimitabile, dalle degustazioni di cibo e vini, dai laboratori artistici a eventi per grandi e bambini.
Quindi il Mercato centrale è sicuramente una meta consigliata nelle giornate invernali, per vedere una Firenze che non ti saresti mai aspettato.

Recent News

Related Posts:

Firenze s’illumina di Primavera

Leggi tutto →

Il carnevale fiorentino entra nel nuovo decennio

Leggi tutto →

I miei mercatini di Natale

Leggi tutto →
  • Copyright © 2018 by Hotel degli Orafi | situato nel centro storico di Firenze
  • L'Hotel degli Orafi si trova in centro a Firenze.

    L'Hotel degli Orafi offre una magnifica vista sul centro storico di Firenze.

    Hotel 4 stelle in centro a Firenze, in grado di offrire un'ampia gamma di servizi e comforts.

    Dalla nostra terrazza panoramica è possibile ammirare l'Arno ed un'incantevole prospettiva di Palazzo Vecchio e del Duomo.

    La camera più famosa è la "Camera con vista", con un magnifico terrazzo che offre una vista unica sull'Arno e sul Ponte Vecchio.