NASCONDI

La Vostra Firenze

Corridoio Vasariano
Il Corridoio Vasariano fu costruito da Giorgio Vasari, in soli 5 mesi, per ordine di Cosimo I de' Medici, in occasione delle nozze del figlio Francesco con Giovanna d'Austria.

  • INFO
  • Un passaggio coperto sopraelevato che collega Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, passando per la Galleria degli Uffizi e attraversando l'Arno.
    Il Corridoio fu realizzato con lo scopo di permettere ai granduchi di spostarsi da un palazzo all'altro senza scendere in strada; inoltre questo collegamento dava alla famiglia Medici la possibilità di fuggire in caso di rivolte senza essere vista. Venne persino trasferito il mercato delle carni che si svolgeva su Ponte Vecchio per non infastidire il granduca con il suo odore.
    Il Corridoio rappresentava il simbolo del potere mediceo.
    Oggi nel Corridoio Vasariano si possono ammirare le opere che fanno parte della Galleria degli Uffizi, alcune purtroppo, danneggiate dai bombardamenti, dall'alluvione del 1966 e dalla bomba di via dei Georgofili del 1993.
    Nella collezione ci sono dipinti italiani del seicento e del settecento e la raccolta di autoritratti più grande del mondo.
    Il percorso del museo comincia dalla Galleria degli Uffizi e finisce nel Giardino di Boboli, con la Grotta del Buontalenti.
    Durante i lavori del Corridoio, il Vasari fu costretto a realizzare un bypass intorno alla torre medievale dei Mannelli, in quanto la famiglia non volle abbatterla.
    Si racconta che Hitler nel 1939 venne a Firenze e rimase colpito favorevolmente da Ponte Vecchio e dal Corridoio Vasariano; forse fu questo il vero motivo che salvò il Ponte dalla distruzione in seguito alla ritirata nazista.
    Oltrepassato l'Arno, il Corridoio Vasariano si affaccia tramite un balcone sulla chiesa di Santa Felicita, in modo che la famiglia granducale potesse assistere alla messa senza mischiarsi al popolo.

Dati Societari

CAMERA CON VISTA S.R.L.
Viale S.Lavagnini, 18
50129 Firenze

P.I. - C.F. e R.I.: IT04581320480
Numero Rea: 463034

Cap. soc. deliberato, sottoscritto e versato: € 25.500 ×